English

Deutsch

IL SEGRETO PER ABBATTERE I FERMI MACCHINA

secretSe sei un utilizzatore di macchine utensili, saprai benissimo che il fermo macchina improvviso semina panico in azienda e sono certo che hai già avuto questa esperienza e di sicuro non è stata delle più piacevoli.

 

PERCHÉ SONO CERTO
CHE CI SEI GIÀ PASSATO?

 

Semplice, ogni macchina o meccanismo ha bisogno di una manutenzione regolare per far sì che funzioni al meglio, nessun meccanismo al mondo può continuare a funzionare senza un giusto “tagliando”.

Quando una macchina si ferma per qualche disfunzione, il terrore in azienda si sente subito, questo terrore è dettato dal fatto che si sa esattamente quando la macchina si è fermata, ma non si conosce ancora quando potrà ritornare a produrre.

Con questa atmosfera dell’incognito parte la rincorsa di telefonate all’interno dell’azienda verso il reparto manutenzione e anche verso l’esterno, chiamando direttamente il costruttore della macchina, implorando aiuto per poter risolvere la situazione.

Ovviamente tutta questa fretta è dettata dal tuo cliente finale al quale hai promesso date di consegna che con il macchinario KO non si possono rispettare.

Inutile sottolineare che, al giorno d’oggi, in un mercato così competitivo, dove si fa a gara per rubarsi i clienti l’un l’altro, questa situazione apre uno spiraglio alla concorrenza che prende la palla al balzo.

 

SI PUO’ EVITARE QUESTA
SITUAZIONE DA PANICO?

 

Continua a leggere ...

I 5 PASSI PRIMA DI ACQUISTARE UNA MACCHINA UTENSILE

acquistare-una-macchina-utensileAcquistare una macchina utensile al giorno d’oggi non è assolutamente cosa facile.
Sono certo che, se in passato sei stato in qualche modo coinvolto in questa situazione,
i ricordi che hai collegato alla fase di selezione dei fornitori  non sono di sicuro
sensazioni di TRANQUILLITÀ,  SERENITÀ ma esattamente il contrario.

Per macchinari di produzione di una certa fascia (non il tornietto o la semplice fresa)
ma dove il valore degli investimenti sono alti, la tensione emotiva
di chi è coinvolto è messa a dura prova.

Una volta che la Direzione aziendale incarica una persona o un gruppo di persone
nella scelta del fornitore, ecco in quel preciso momento l’azienda mette un carico
enorme sulle spalle della persona o del gruppo che a livello psicologico non è
sicuramente indifferente, questa sensazione può pesare come un grosso macigno.

 

COSA SUCCEDE AL GIORNO D’OGGI
SE SBAGLI UN INVESTIMENTO?

 

Innanzitutto con un investimento sbagliato, chi ne paga le conseguenze
normalmente sono diversi soggetti,  nessuno ne trae beneficio, ecco sotto chi viene coinvolto:
 

  • L’azienda che ha acquistato il macchinario.
  • Le persone che hanno scelto il macchinario.

Come vedi i soggetti coinvolti sono due, ma andiamo  per ordine e
vediamo cosa succede ad ognuno di loro.

L’azienda che sbaglia l’investimento, ovviamente è la prima a subire
il danno, con un impianto sbagliato, si sono spesi dei soldi ed
evidentemente se è “un investimento sbagliato”, i risultati sperati
non ci sono e dunque l’investimento non si ripaga con un danno economico enorme.

 

Continua a leggere ...

COME TAGLIARE I COSTI DI PRODUZIONE NEL SETTORE VALVOLE DA ½ A 12 POLLICI

scissors, (top view) w/ path

 

 

 

 

Sto parlando di VALVOLE D’ACCIAO e GHISA, dove fino ad oggi il processo classico
per la loro produzione è diviso in due fasi:

1. TORNITURA
2. FRESATURA/FORATURA

Ho visitato aziende dove la prima fase tipicamente è realizzata su un tornio orizzontale per le valvole piccole o su un tornio verticale per quelle più grosse per poi essere movimentate su un centro di lavoro più o meno grande sempre a seconda della taglia di valvola da lavorare.

Queste due fasi si realizzano con due tipi di macchine utensili, tornio e centro di lavoro ma per poter produrre in quantità, ho anche visto situazioni dove erano organizzati così pur di produrre:

  • 1. Tornio 1: Tornitura prima flangia
  • 2. Tornio 2: Tornitura seconda flangia
  • 3. Tornio 3: Tornitura terza flangia
  • 4. Centro di Lavoro 4,5 e 6 : fresature
  • 5. Trapani 7,8 : forature fori flangia
  • 6. Trapani:9,10: maschiatura filetti flangia
  • 7. Reparto di sbavatura valvola eseguita a mano

ANDIAMO SUBITO AL SODO, NON SAREBBE BELLO

AVERE UNA MACCHINA DOVE METTERE LA
VALVOLA IN MODO ESCA FINITA AL 100%?

Si perchè con una produzione dove le macchine sono messe in serie e ognuna compie una fase, sai cosa succede?

ECCOLI I 7 PUNTI CRITICI
CHE HAI IN PRODUZIONE:

Continua a leggere ...

“I MIEI CONCORRENTI DEVONO MORIRE!”

maurizio-porta

Alle persone che mi dicono:
TANTO C’E’ POSTO PER TUTTI”
io rispondo che NON È VERO!

Questa affermazione è un segno di debolezza, un segno nel NON voler riconoscere che all’interno della tua azienda devi CAMBIARE!

“VOGLIO DIVENTARE IL LEADER DI SETTORE!”

Questa è una dichiarazione che sento da aziende di SUCCESSO, magari non ancora leader ma che osservano il mercato e hanno un progetto per cui stanno lavorando e di conseguenza stanno CAMBIANDO.

Non ti nascondo che quando incontro queste aziende sono affascinato, curioso e mi piace indagare e chiedere che cosa ne pensano della loro concorrenza, quale pensiero di fondo muove il loro animo e il loro entusiasmo? indovinate la risposta più frequente che accomuna queste aziende quale è?

“I MIEI CONCORRENTI DEVONO MORIRE!”

 

Ciao! Sono Maurizio Porta, da questa dichiarazione così forte, raccolta presso aziende di successo, ho voluto prendere spunto per questo articolo e ho deciso di condividere con te i miei 20 anni di visite presso  aziende di produzione di successo e non, in tutto il mondo, e ti posso assicurare che esistono queste due categorie in ogni nazione e cultura.

Nel mondo della Produzione vedo troppo spesso aziende che si LAMENTANO del mercato, dei clienti, dei dipendenti, fornitori, del governo ladro e chi più ne ha più ne metta, riconosco che queste sono variabili che influenzano il fare impresa, nessun dubbio, è anche altrettanto vero che ci sono altre aziende che pur avendo le stesse variabili sono aziende si SUCCESSO!

Essendo più interessato  a capire queste ultime aziende, come operano, cosa pensano, ma nello specifico cosa FANNO,  ti posso riassumere che il metodo per il quale hanno successo è che ACCETTANO NUOVE SFIDE, facendo un mezzo passo in avanti nel vuoto, nulla di garantito o certificato nel risultato che otterranno, ed è per questo che si chiamano SFIDE, perché il risultato NON è certo.

NON SOPPRAVVIVE IL PIU’ FORTE, MA CHI SI ADATTA RAPIDAMENTE AI NUOVI SCENARI!

Continua a leggere ...

LA MACCHINA TRANSFER TRADIZIONALE É MORTA!

TRANSFER 15.000 GIRI PER ALLUMINIO:macchina transfer morta LE BAVE HANNO I GIORNI CONTATI!

Gentile Cliente,

Sono Maurizio Porta. Ho il piacere di informarti di un’IMPORTANTE NOVITÀ che ho introdotto nel settore della macchina TRANSFER per risolvere i classici problemi derivanti dalla lavorazione di particolari in alluminio e, più nello specifico, di alluminio estruso, il quale genera la tipica problematica dei trucioli lunghi e bave in eccessiva quantità.

Tutto questo senza utilizzare la costosa tecnologia degli elettromandrini.

Oggi invece, con il TRANSFER da barra a 15.000 giri:

· NO A BAVE FUORI CONTROLLO!

· NO A FERMI MACCHINA DOVUTI ALLA RIMOZIONE TRUCIOLI DALL’AREA DI LAVORO!

· NO A COMPROMESSI DOVUTI AI BASSI GIRI MANDRINO!

· NO A MANUTENZIONE ELETTROMANDRINI!

_50a69281

 

Continua a leggere ...