English

Deutsch

CENTRI DI LAVORO O MULTICENTER?

Quando devi scegliere quale tecnologia adottare nella tua azienda, e non sbagliare investimento, i dubbi iniziano a prendere il controllo e sembra che non si è più in grado di fare ragionamenti utilizzando il buon senso.

La tipica domanda con la quale molti vanno in crisi è:

ACQUISTO IL MULTICENTER O UNA BATTERIA
DI CENTRI DI LAVORO?

Come in tutte le situazioni ci sono i pro e i contro, infatti la risposta esatta è: “DIPENDE…”

Se ti aspettavi una risposta netta a favore del MULTICENTER non è così. Anche se sono TIFOSO CONVINTO di questa tecnologia, onestamente parlando non sempre è la migliore ed ora ti spiego il perché:

Partiamo analizzando perché il CENTRO DI LAVORO può risultare più conveniente.

Come prima cosa devi analizzare la quantità annua da produrre per capire se un centro di lavoro ti può bastare: in caso affermativo hai già trovato la tua macchina ideale e i giochi sono fatti.

In caso contrario, quante macchine monomandrino ti servono per soddisfare la tua produzione?

Qui iniziano le prime sorprese tra MULTICENTER e centri di lavoro.

Il MULTICENTER più prodotto è il modello 3MANDRINI: questa macchina è prodotta in serie, dunque STANDARD da oltre 10 anni ed oggi è alla sua terza versione, rinnovata con migliorie tecniche ma sempre conservando il concetto di base.

La prima sorpresa è che il MULTICENTER 3MANDRINI produce di più di 3 centri di lavoro a cambio pallet, e più di 4 centri di lavoro senza cambio pallet. Infatti, ecco le proporzioni:

MULTICENTER 3MANDRINI  = 3,4 CENTRI
ORIZZONTALI A CAMBIO PALLET

MULTICENTER 3MANDRINI  = 4,2 CENTRI VERTICALI
SENZA CAMBIO PALLET

Partiamo dalla prima situazione: ma perché il MULTICENTER produrrebbe di più di 3 centri di lavoro a cambio pallet?

La risposta è abbastanza semplice, a parità di macchina, dunque macchine ISO40, le prestazioni di cambio utensile (1,4sec) e in particolare confrontando il cambio pallet (solo 2,2sec) rispetto a centri di lavoro della stessa taglia, il MULTICENTER ha meno tempi morti e dunque in un anno di produzione risulta essere più produttivo di 3 centri di lavoro.

Se andiamo a comparare la seconda soluzione, cioè centri di lavoro senza cambio pallet, qui la sostituzione è ancora più a favore del MULTICENTER, perché il cambio pezzo entra a far parte del tempo ciclo del pezzo mentre sul MULTICENTER il cambio pezzo è mascherato avendo una stazione dedicata a questa operazione.

IL MULTICENTER HA DAVVERO I
NUMERI A SUO FAVORE?

I numeri a suo favore in termini di prestazione nel suo insieme, ovvero il costo pezzo, che deriva dall’esaminare il TCO (Total Cost of Ownership) che vuol dire valutare il costo totale di possesso del macchinario in termini di:

  1. ENERGIA TOTALE NECESSARIA PER PRODURRE LE TUE QUANTITÀ
  2. AREA OCCUPATA IN AZIENDA
  3. NUMERO DEL PERSONALE NECESSARIO PER PRODURRE
  4. NUMERO DEL PERSONALE NECESSARIO PER IL CAMBIO PRODUZIONE
  5. COSTI DELLE ATTREZZATURE
  6. QUANTITÀ DI ATTREZZATURE NECESSARIE
  7. COSTI MANUTENZIONE ATTREZZATURE NEL TEMPO
  8. COSTI DELL’AUTOMAZIONE
  9. VELOCITÀ CAMBIO PRODUZIONE
  10. TEMPO CICLO DI PRODUZIONE

Questi sono i primi 10 punti con cui devi fare i conti, considerando un confronto tra il MULTICENTER 3MANDRINI ISO40 e CENTRI DI LAVORO, sempre ISO40.

Perché qualche anno fa’ mi è anche capitato che il MULTICENTER sia stato comparato sulla carta con centri di lavoro decisamente di categoria inferiore, o meglio, di taglia inferiore, cioè con centri di lavoro ISO30 dove il cliente non ha tenuto conto, per esempio, che i dati di lavorazione devono essere abbassati dal 30% al 40% visto la struttura leggera di queste macchine e la potenza mandrino molto ridotta, adatta a quella tipologia di macchina.

In generale tutti i centri di lavoro hanno una struttura APERTA e non CHIUSA come il MULTICENTER, la quale permette una rigidità della macchina equivalente ad un centro di lavoro ISO50.

Ecco un bel caso reale dove il MULTICENTER 3MANDRINI ha sostituito un centro di lavoro ISO50.

IL MULTICENTER ISO40 HA SOSTITUITO UN CENTRO
DI LAVORO ISO50 GRAZIE ALLA SUA STRUTTURA CHIUSA!

ECCO LA TESTIMONIANZA DI KIMRAY…

Kimray è una società a capitale privato che produce una vasta gamma di pompe e valvole di comando per l’industria petrolifera. Questi pezzi variano dalla misura 1” a più di 36” sia in acciaio che in ferro. Il volume complessivo di pezzi prodotti da Kimray è praticamente raddoppiato negli ultimi anni.

Una grande parte dei loro incrementi di produzione riguarda componenti nella gamma più piccola, con requisiti di finitura di precisione. Questa è la gamma di prodotto sulla quale Kimray si è focalizzata per aumentare la loro capacità di lavorazione.

Nel caso di Kimray, l’ampia varietà di offerta a catalogo, i continui incrementi di volume, e la filosofia aziendale “just in time”, hanno richiesto una cella di lavorazione con una forte PRODUTTIVITÀ e ad ALTA FLESSIBILITÀ, così come è stata richiesta grande accuratezza nel soddisfare i loro difficili requisiti qualitativi.

L’INTERESSE NEL MULTICENTER

Dopo una completa e attenta indagine sulle macchine utensili disponibili sul mercato, Kimray ha trovato il MULTICENTER particolarmente interessante. Il MULTICENTER è una macchina con tre moduli di lavorazione a quattro assi, ognuno con una grande capacità di magazzinaggio utensili ed una tavola rotante centrale che opera da cambio pallet.

Oltre ad essere una macchina molto veloce (tipicamente paragonabile al rendimento di oltre 3 centri di lavoro orizzontali), il Multicenter è progettato per lavorare materiali impegnativi.

Una delle caratteristiche uniche che hanno attirato l’attenzione di Kimray è la capacità di riattrezzare velocemente la macchina per piccoli lotti evitando di fare magazzino e producendo velocemente le richieste del mercato (TIME TO MARKET) ovvero il tempo che trascorre dal momento dell’ordine cliente al momento in cui si spedisce la merce al cliente senza fare magazzino.

Lavorando in questo modo, con lotti di 500, 1.000, 2.500 o 5.000 pezzi, Kimray può trarre vantaggio dei bassi costi che questa macchina offre, senza aggiungere lunghi tempi di set up e costi per l’utensileria.

Il fatto che il MULTICENTER comandato tramite FANUC/SIEMENS sia un prodotto standard per PORTA SOLUTIONS è piaciuto a Kimray.

RISULTATI DI PRODUZIONE

Sette mesi dopo l’installazione della macchina, Kimray ha scoperto che, attraverso il MULTICENTER, è in grado di fare molta più produzione rispetto a quanto preventivato al momento dell’acquisto e rispetto ai piani previsti che hanno giustificato l’acquisto del MULTICENTER.

Utilizzando il concetto di attrezzatura universale, il tempo ciclo è risultato essere fino a otto volte più rapido rispetto al tempo ciclo ottenuto tramite i centri di lavoro convenzionali.

Allo stesso tempo, il set up è semplice e veloce. I tempi di cambio pezzo sono rapidi e persino il set-up iniziale macchina per un nuovo pezzo, anche se è un pezzo complicato, viene effettuato più velocemente.

QUESTA MACCHINA PRODUCE A RITMI DI GRAN LUNGA
PIÙ VELOCI RISPETTO AI COMUNI CENTRI DI LAVORO

Infatti, questa macchina utensile ad alta efficienza ha permesso a Kimray di portare al proprio interno quel lavoro che in precedenza veniva effettuato esternamente, ottenendo un miglior controllo di processo e riuscendo a gestire anche lotti più piccoli a favore della riduzione di magazzino.

Il MULTICENTER ha quindi soddisfatto e superato le aspettative di Kimray, ed è divenuto uno strumento strategico per l’azienda, per continuare ad offrire prodotti di alta qualità e competitivi dal punto di vista del prezzo.

ECCO DEI DATI CONCRETI E REALI

Valvola alta pressione in Acciaio 2 POLLICI CONICO – era 306 secondi su un centro
di lavoro orizzontale ISO50 50HP – ora è 156 secondi con
il MULTICENTER 3MANDRINI ISO40!

image1

Coperchio termostato in ghisa in soli 46 Sec.

image2

Coperchio termostato in ghisa – era 414 secondi – ora è 46 secondi

image3

Coperchio in ghisa malleabile – era 330 secondi – ora è 72 secondi

image4

COME HAI VISTO IL MULTICENTER É MOLTO
RIGIDO IN MODO DA OTTENERE DATI DI TAGLIO
E VITA UTENSILI INASPETTATI!

Ora prova immaginare una comparazione tra MULTICENTER ISO40 e centri di lavoro ISO30…

Come dicevamo, i dati di taglio con macchine leggere ISO30 nella realtà devono essere abbassati dal 30% al 40% in meno.

Le vibrazioni sono sempre dietro l’angolo, riducendo la vita utensile e la vita della macchina utensile.

Anche se la tendenza della società odierna è l’usa e getta, il MULTICENTER è stato progettato e costruito per durare nel tempo, una vita macchina che arriva senza problemi ai 30 anni, mentre le macchine ISO30 nel commercio difficilmente arrivano ai 10 anni di vita, 1/3 in meno.

PERCHÉ NON SCEGLIERE IL MULTICENTER

Come dicevamo prima, il MULTICENTER non è una macchina utensile per tutte le stagioni, ha una ben precisa applicazione e fascia di mercato che si sta allargando sempre più, ma che comunque non potrà sostituire certe fasce.

Ecco un rapido elenco del perché il MULTICENTER non fa al caso tuo:

  1. SE UN CENTRO DI LAVORO BASTA A PRODURRE LE TUE QUANTITÀ
  2. SE FAI POCHI CAMBI PEZZI E DEDICHI LA MACCHINA
  3. SE LAVORI PER IL TUO MAGAZZINO E NON “JUST IN TIME”
  4. SE I TUOI COMPONENTI SUPERANO UN CUBO DI 250mm
  5. SE HAI UN PROGETTO A BREVE TERMINE 12/24 MESI E POI NON TI SERVE PIÙ IL MACCHINARIO
  6. SE HAI POCHI CODICI DA PRODURRE, DUNQUE POCHE ATTREZZATURE
  7. SE L’AREA OCCUPATA NON É UN PROBLEMA

Se, al contrario, analizzi il TCO (Total Cost of Ownership) ovvero il costo totale di esercizio (investimento, energia, manutenzione, area occupata, manodopera, etc.) che poi determina il costo pezzo a certe condizioni come: quantità da produrre in piccoli/medi lotti senza l’utilizzo del magazzino e il dato del TIME TO MARKET (tempo necessario per produrre i pezzi richiesti) allora ti consiglio di analizzare nel dettaglio il MULTICENTER.

Come sempre sono a disposizione per aiutarti a calare questo sistema di FLESSIBILITÀ PRODUTTIVA all’interno della tua azienda.

Se vuoi capirne di più, un modo comodo è di procurarti il mio ultimo libro “CENTRI DI LAVORO: TROPPA FLESSIBILITÀ UCCIDE LA TUA PRODUTTIVITÀ!” che puoi richiedere al seguente link:

www.ritornaguadagnare.com

IN ALTERNATIVA SE SEI GIÀ PRONTO A SOTTOPORMI LE TUE RICHIESTE, RISPONDI A QUESTA MAIL IN MODO CHE TI POSSA CONTATTARE E FISSARE UN APPUNTAMENTO!

E TI RICORDO CHE…

NON SOPRAVVIVE IL PIÙ FORTE,
MA CHI SI ADATTA
RAPIDAMENTE AI NUOVI SCENARI!

Maurizio Porta
Esperto Nella Produzione Flessibile