English

Deutsch

COME RIDURRE LE SCORTE DI MAGAZZINO ED AUMENTARE LA PRODUTTIVITÀ DELLE TUE MACCHINE UTENSILI

 

Da un’indagine condotta all’interno della mia azienda verso utilizzatori di macchine utensili, sulla loro produzione e sui loro punti di efficienza che vorrebbero migliorare, sono emerse delle riflessioni molto interessanti.

L’indagine prevedeva due domande a cui le persone dovevano rispondere, che sono le seguenti:

1) Quale è il punto più importante quando valuti l’acquisto di una o più Macchine Utensili?

2) Perché il punto che hai scelto è così importante per te nella scelta di acquisto delle Macchine Utensili?

Tra tutte le risposte, una mi ha particolarmente colpito e vorrei condividerla qui sotto…

“Semplicità d’uso del macchinario, per poter cambiare in modo rapido l’articolo e consentire un aumento di efficienza della mia produzione (OEE), riducendo le scorte di magazzino (JIT)”

Questa frase incarna perfettamente il “Pensiero di Flessibilità Produttiva”, ovvero l’idea dietro la quale è nato questo metodo.

Da un lato che ti aiuta ad essere Flessibile e dall’altro che ti permette di aumentare la produttività.

Per anni le aziende del settore manifatturiero hanno corso, forse anche troppo, verso un solo fattore, la produttività.

Macchine utensili sempre più veloci nel nome delle grandi quantità da produrre.

Erano i tempi in cui, anno su anno, si facevano record per produrre milioni di pezzi e il problema era come poterne produrre di più!

Poi, come una bomba nucleare, è esplosa la crisi dei grandi numeri e tutti via di corsa verso la flessibilità. Così, da macchine rigide di alta produzione (macchine transfer) ci si è buttati verso macchine super flessibili (centri di lavoro) cadendo dalla padella alla brace.

Con i centri di lavoro troviamo sì la flessibilità, ma perdiamo automaticamente la produttività, spingendo ad alzare le scorte di magazzino in modo da poter rispondere ai clienti in tempi veloci.

Come già saprai, le scorte di magazzino, nei concetti della “Produzione snella” (detta anche Lean Manufacturing) sono considerati sprechi (MUDA).

Ossia sono soldi fermi che occupano spazio fisico e capitali importanti fin che non sono venduti e con il rischio che stiano a magazzino per molto tempo.

Tornando alla nostra indagine e rileggendola attentamente….

“Semplicità d’uso del macchinario, per poter cambiare in modo rapido l’articolo e consentire un aumento di efficienza della mia produzione (OEE), riducendo le scorte di magazzino (JIT)”

….ho automaticamente riconosciuto le varie testimonianze ricevute da clienti che applicano il metodo Flessibilità Produttiva e che utilizzano il Multicenter, la prima macchina flessibile standard costruita in serie.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail qui sotto per ricevere automaticamente un ebook con le testimonianze di utilizzatori di macchine utensili che applicano il metodo Flessibilità Produttiva:

    Leggi la nostra Privacy Policy

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

 

Potrai leggere come hanno risolto i loro problemi di produzione, facendo diventare il loro reparto produzione un vero successo.

Chi ha sempre utilizzato i centri di lavoro grazie alla Flessibilità Produttiva è riuscito finalmente ad aumentare la propria produzione, rimanendo flessibile e riducendo i costi di energia e personale, producendo più pezzi.

Infatti con l’utilizzo di una sola macchina flessibile è riuscito a fare il lavoro che avrebbe dovuto fare con 4-5 centri di lavoro messi insieme.

Ed il cambio pezzo è rimasto semplice e veloce!!

Come? Semplicemente applicando il protocollo completo di strategie del metodo Flessibilità Produttiva.

Chi ha sempre utilizzato le macchine transfer invece grazie alla Flessibilità Produttiva è riuscito a produrre solo il venduto, senza fare magazzino, senza stress e con più cash.

Infatti, con la produzione flessibile, ha potuto abbattere le scorte di magazzino e rendere più flessibile la propria produzione.

Questo gli ha permesso di diventare molto più competitivo in un mercato che richiede sempre più flessibilità e capacità di adattamento a nuovi contesti.

Insomma, un equilibrio perfetto di flessibilità e produttività, tutto racchiuso in un protocollo completo composto da strategie che aiutano davvero gli utilizzatori di macchine utensili a rendere la loro produzione un successo.

———————————————————————————————————————

Se vuoi approfondire l’argomento sulla “flessibilità produttiva” CLICCA QUI

>>> www.libroflessibilitaproduttiva.com <<<

Il mio libro dedicato agli utilizzatori di macchine utensili che vogliono fare il salto di qualità ti aspetta!!!

———————————————————————————————————————

Ai tuoi risultati.

Maurizio Porta
Esperto Nella Produzione Flessibile