English

Deutsch

AUTODESK E IL MULTICENTER

 

Quando si parla di fare scelte e investimenti in macchine utensili, la paura di scegliere la macchina sbagliata è la tipica sensazione che chiunque vive con una certa preoccupazione.

Al giorno d’oggi, con le mille possibilità che il mercato offre, si è sempre più confusi e la sensazione di sbagliare aumenta sempre più.

Se mi segui da un po’ di tempo, sai benissimo che il MULTICENTER è la macchina flessibile più prodotta in serie sin dal 2005 ed è la più diffusa nel settore dei piccoli e medi lotti.

Il cambio rapido da una produzione all’altra è l’arma vincente della macchina stessa, non tanto la velocità di esecuzione pezzo che passa in secondo piano, ma appunto il cambio produzione.

IL CAMBIO RAPIDO DI PRODUZIONE É L’ARMA VINCENTE DEL MULTICENTER

Oggi ho deciso di svelarti come abbiamo progettato questo gioiello tecnologico.

Voglio farti capire cosa c’è dietro il successo di questo prodotto.

Il MULTICENTER è stato progettato in modo totalmente diverso rispetto alle macchine precedenti. Abbiamo selezionato un partner strategico, AUTODESK, con il quale è stato possibile progettare e implementare un software innovativo per tutti i passaggi necessari a realizzare al meglio il MULTICENTER.

Siamo una realtà pioniera nell’utilizzo di software di progettazione 3D.

Oggi con il nuovo approccio del Digital Prototyping che si sposa perfettamente con la Vision progettuale e l’innovazione dell’azienda, siamo nuovamente pionieri nel settore della macchina utensile.

ECCO I 4 PASSI DEL DIGITAL PROTOTYPING

  • AUTODESK SKETCHBOOK PER OTTENERE BOZZE GIÀ IN FORMATO DIGITALE.

 

  • AUTODESK INVENTOR PER L’INGEGNERIZZAZIONE E L’ASSEMBLAGGIO DELLE MACCHINE.

 

  • AUTODESK ALIAS PER LA CREAZIONE E LA MODELLAZIONE DELLE SUPERFICI.

 

  • AUTODESK MAYA PER LA SIMULAZIONE E IL RENDERING.

MA CHE STORIA É QUESTA DEL DIGITAL PROTOTYPING?

Una filiera produttiva basata interamente sulle soluzioni di prototipazione digitale di AUTODESK corrisponde ad una serie di vantaggi a cascata che si riflettono positivamente sulla produzione del MULTICENTER.

Il modello digitale è importante nella nostra produzione perché ci consente di anticipare la sua resa e le sue possibilità di utilizzo, oltre che poter verificare in fase progettuale il modo con cui gli utilizzatori potranno usarlo.

Questo modo di operare consente di avvicinarsi il più possibile al prodotto finale risparmiando i tempi di eventuali modifiche rispetto a un prototipo fisico.

Serve anche a misurarne l’efficienza, in quanto è possibile valutare il costo già in fase di sviluppo, tenendo d’occhio i parametri imposti dal budget preventivato.

Come ti dicevo all’inizio di questo articolo, voglio rivelarti quali strumenti ci sono dietro il successo del MULTICENTER. Inizialmente ero un po’ dubbioso se svelarti questo “segreto”, ma poi mi sono deciso e ora lo racconto per farti capire come siamo arrivati ad ottenere il MULTICENTER.

Grazie ad AUTODESK, che ci ha accompagnato passo dopo passo nell’adottare i vari software per la realizzazione del MULTICENTER, oggi siamo l’unica azienda di macchine utensili che ha utilizzato integralmente, per l’intero processo, il DIGITAL PROTOTYPING in tutte le fasi progettuali e di verifica del prodotto.

Ovviamente non posso essere sicuro al 100% di questa affermazione.

Il mondo è grande, ma mediamente parlando, se provi a chiedere ad un mio concorrente che cosa è il DIGITAL PROTOTYPING scommetto che la risposta più comune che riceverai è:

“La stampante 3D”

oppure

“No, noi costruiamo macchine utensili”.

ECCO PERCHÉ ALTRI HANNO FALLITO.

IL SUCCESSO DEL MULTICENTER NON È UN CASO.

Grazie a questo modo di operare, abbiamo riprogettato totalmente il MULTICENTER raggiungendo i seguenti benefici:

  • UNA MACCHINA VERIFICATA VIRTUALMENTE E NON IN FASE DI MONTAGGIO.

 

  • ANTICIPATO SULLO SCHERMO DEL CAD I POSSIBILI PROBLEMI E RISOLTI A COSTI MOLTO PIÙ BASSI.

 

  • STUDIATO LA CARENA A LIVELLO ERGONOMICO PER RENDERE SEMPLICI TUTTE LE OPERAZIONI DA PARTE DELL’UTILIZZATORE.

 

  • STUDIATO L’ERGONOMIA DELLA CONSOLLE PER UNA INTERAZIONE PIÙ NATURALE

 

  • DIGITALIZZATO TUTTO IL PIPING OTTIMIZZANDO I VARI CIRCUITI IDRAULICI E PNEUMATICI, SENZA IMPROVVISARE IN FASE DI MONTAGGIO.

Questi alcuni dei punti che hanno permesso di realizzare una macchina ben pensata, non improvvisata e, ancor più importante, a costi che sono i più bassi della categoria.

QUESTA È LA MIA VERSIONE DEI FATTI…

MA ECCO COSA AUTODESK HA SCRITTO DI NOI

Inserisci qui sotto la tua mail e riceverai immediatamente un CASE HISTORY redatto direttamente da AUTODESK ITALIA che parla di PORTA SOLUTIONS e del DIGITAL PROTOTYPING.

E ricorda la scommessa…

Chiedi ai miei concorrenti che cosa è il DIGITAL PROTOTYPING e poi giudica tu dalle risposte che riceverai…

 

La tua migliore email

Commento (facoltativo)

Privacy policy art. 13-d.lgs. 196/2003

Maurizio Porta
Esperto nella Flessibilità Produttiva