English

TRASFORMA IL TUO MAGAZZINO IN LIQUIDITÀ!


Se ieri hai comprato il SOLE 24ORE nelle aree Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Veneto, avrai trovato l’inserto “Eventi NordEst” dove, all’interno, spiego il Metodo di come trasformare il tuo magazzino in liquidità.

Se ti sei perso questo articolo, clicca qui sotto per visionarlo…

Continua a leggere ...

ONE DAY SEMINAR – SMART MANUFACTURING 4.0 PRESSO HP Innovation Center

 

È ufficiale! Il 25 Maggio sarò uno dei relatori della giornata organizzata da One Team presso HP Innovation Center Milano.

In questo scenario in rapida evoluzione, One Team propone soluzioni che permettono ai propri clienti di attrezzarsi e cogliere i benefici dello Smart Manufacturing e degli incentivi fiscali messi a disposizione dallo Stato con il piano Industria 4.0.

Scopri alcuni esempi di tecnologie abilitanti che One Team offre e le opportunità economiche a disposizione del tuo business.

Continua a leggere ...

COLLAUDO MACCHINA UTENSILE

Nessuno vuole ritrovarsi una nuova macchina utensile in reparto con problemi geometrici, che non riesce a produrre pezzi conformi o, peggio, che riesce a produrli ma al limite della tolleranza e che, dopo poco tempo di utilizzo, produce solo scarti.

Oggi ti racconto come affrontare in modo serio ed efficace un controllo geometrico di una macchina utensili per non avere brutte sorprese.

 

UN MODO SERIO ED EFFICACE SUL
COME ESEGUIRE UN CONTROLLO GEOMETRICO
DI UNA MACCHINA UTENSILE

 

Lo scopo di questo articolo è quello di dare una visione generale del collaudo di una macchina utensile ed, in particolar modo, del collaudo geometrico, descrivendoti come dovrebbe essere strutturato un efficiente servizio di collaudo in un’azienda produttrice di macchine utensili.

Ecco un modello di come dovrebbe essere organizzato un servizio di collaudo in un’azienda che produce macchine utensili. Si possono individuare quattro aree funzionali:

• COLLAUDO IN ACCETTAZIONE

• COLLAUDO INTEROPERAZIONALE

• COLLAUDO NEL MONTAGGIO

• COLLAUDO FINALE

Continua a leggere ...

PORTA SOLUTIONS NON É IN VENDITA!

 

Ultimamente siamo stati approcciati insistentemente da una “CAPITAL INVESTMENT  COMPANY”  Californiana, più precisamente di San Diego, che insiste nel voler entrare nel capitale sociale di PORTA SOLUTIONS SPA.

Questa INVESTMENT COMPANY rappresenta una cerchia ristretta di investitori industriali, i quali vogliono investire capitali in aziende che producono “INDUSTRIAL MANUFACTURING MACHINES” con caratteristiche, performance, crescita e aree geografiche di business nelle quali PORTA SOLUTIONS rientra perfettamente.

Considerando che oggi il passaggio generazionale si può ritenere concluso, i dati economici e di mercato sono molto positivi, questo ha fatto sì che durante l’ultimo Cda tutti i membri hanno votato contro la proposta di cedere quote azionarie dell’azienda a questi investitori esteri.

Continua a leggere ...

SODDISFARE CLIENTI IMPAZZITI


Ogni azienda, se è sul mercato, significa che soddisfa un’esigenza del mercato stesso, che si tratti di aziende storiche o di aziende “giovani”.

Un’azienda storica vede sempre più assottigliarsi il vantaggio di essere “azienda fondata nel 1960”, magari con una rete di vendita strutturata, rispetto ad una nuova azienda, poiché negli anni internet ha dato la possibilità di disporre di informazioni molto più rapidamente.

Negli ultimi 10 anni, le aziende giovani hanno avuto un enorme vantaggio rispetto alle aziende storiche. Questo grazie a internet, infatti nel passato era molto più difficile e costoso farsi conoscere, bisognava andare a cercarsi i clienti per vendere i propri prodotti.

 

OGGI SONO I CLIENTI CHE
CERCANO I PRODOTTI

 

Sicuramente capiterà anche a te: quando hai bisogno di un prodotto, apri la pagina di Google, pochi secondi ed ecco una lista, ottenuta alla velocità della luce, di prodotti che cercavi.

Questo modo di operare ha ribaltato letteralmente ogni tipo di industria, mettendo più in difficolta anche aziende storiche che facevano del loro nome, e della loro storia, un mezzo per acquisire clienti.

Il risultato di tutto ciò è un mercato molto liquido, dove la richiesta di prodotti sembra davvero impazzita. Con questo metodo di operare ci sono clienti che davanti ad una tastiera vanno a caccia di prodotti nel momento in cui ne hanno bisogno, pianificando sempre meno.

Anche nel mio settore, parlando con clienti a cui fornisco macchine utensili, si nota questo fenomeno che sempre più mette in crisi organizzazioni di produzione classiche. Mi segnalano che un tempo, il cliente si sedeva con il fornitore e pianificava la produzione di particolari per i 12 mesi a venire.

 

OGGI IL CLIENTE  SEMBRA IMPAZZITO…

… MA IN REALTÀ SEMPLICEMENTE
NON PIANIFICA PIÙ!

Continua a leggere ...

FLESSIBILITÀ: CAMBIARE PRODUZIONE IN 5 MINUTI!

 

GLI AEREI FANNO SOLDI SOLO QUANDO VOLANO, NON QUANDO SONO IN AEROPORTO.

Oggi il sottotitolo dell’articolo è un po’ strano a prima vista, ma lo scopo è di affrontare il tema dello sfruttamento degli impianti, ovvero quanto possiamo ottenere da un impianto.

La domanda a cui vogliamo rispondere è:

STIAMO VERAMENTE OTTENENDO IL MASSIMO DALLA NOSTRA MACCHINA UTENSILE?

Come molti di noi stanno vivendo, nel mondo della produzione, rispetto agli anni passati, parecchie cose sono cambiate, un dato su tutti sono i lotti di produzione che, per richiesta del mercato, sono sempre più piccoli.

Con questa richiesta di lotti sempre più piccoli e, parallelamente, clienti che chiedono consegne sempre più veloci, già da qualche anno le aziende di produzione effettuano sempre più frequentemente riattrezzaggi dei propri macchinari.

Quando questa richiesta di frequenti cambi di produzione si fa sempre più intensa, il sistema all’interno all’azienda entra sotto stress ed arriva ad un punto di rottura  per i seguenti motivi:

Continua a leggere ...